Posts Tagged ‘nun te regghe più’

La legge “anti-casta” arriva a Cavallino-Treporti


Da oggi è possibile firmare anche a Cavallino-Treporti l’iniziativa di delibera popolare per limitare gli stipendi dei politici, promossa dal gruppo Facebook “nun te regghe più“, formato e gestito da semplici cittadini senza nessun partito alle spalle.
Il testo lo trovate in questo post, è formato da 1 solo articolo e serve a mettere un tetto del 50% della media europea per tutti gli stipendi, incentivi e contributi di tutti i politici ed i presidenti delle società partecipate.

Insieme al referendum, l’iniziativa di delibera popolare è lo strumento principale di democrazia diretta inserito nella nostra costituzione.
C’è tempo fino al 10 Marzo per andare a firmare, basta passare presso l’ufficio anagrafe con un documento valido, oppure sperare che qualche consigliere comunale si offra per fare da certificatore alle firme ed organizzare un banchetto, se c’è qualcuno disponibile è pregato di contattarci per avere maggiori dettagli.
Qui trovate un volantino da stampare e distribuire in giro per il comune, mentre qui trovate altri poster e volantini di varia grandezza (nella sezione documenti.)

ORARIO:
da lunedì al venerdì dalle ore 8.45 alle ore 13.00
martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00

INDIRIZZO:
Piazza Papa Giovanni Paolo II, n. 1 – 30013 Ca’ Savio (Venezia)
TELEFONO: 041.2909757 – 041.2909755 – 756 |  FAX: 041.5301404

Annunci

Jesolo: una legge popolare per ridurre gli stipendi dei politici!


Da oggi è possibile andare in Comune a Jesolo a firmare l’iniziativa popolare “Nun Te Regghe Più” per ridurre i costi della politica…una firma che non costa nulla, ma vale tanto! Bisogna presentarsi con un documento d’identità, entro il 10 Marzo, presso l’ufficio elettorale in questi orari:
dal Lunedì al Venerdì (tranne il Martedì) 08:30-13:00, Martedì e Giovedì 15:00-17:30.
Per chi vuole aiutare a pubblicizzare la raccolta firme, scaricate il  volantino doppio jesolo oppure dal sito principale gli altri volantini, stampateli e distribuiteli nella vostra zona.
Ogni aiuto, anche il piu’ piccolo, è fondamentale!

CHI SIAMO?

Il 29 settembre 2011 un gruppo di normali cittadini, SENZA NESSUN COLORE POLITICO DI PARTITO, ha depositato alla Corte di Cassazione a Roma, una proposta di legge di iniziativa popolare per ridurre gli stipendi dei parlamentari e di tutti i dirigenti pubblici nominati dai politici o eletti dal popolo, ed adeguarli alla media degli stipendi europei.

L’iniziativa è stata pubblicata, come richiesto dalla legge, sulla Gazzetta ufficiale n. 227 del 29.09.2011 e da quel giorno è iniziata la raccolta di firme che si concluderà entro la metà di marzo 2012. Consiste in un unico articolo:

ART.1
I Parlamentari italiani eletti al Senato della Repubblica, alla Camera dei deputati, il Presidente del Consiglio, i Ministri, i Consiglieri e gli Assessori regionali, provinciali e comunali, i governatori delle Regioni, i Presidenti delle Province, i Sindaci eletti dai cittadini, i funzionari nominati nelle aziende a partecipazione pubblica ed equiparati, non debbono percepire, a titolo di emolumenti, stipendi, indennità, tenuto conto del costo della vita e del potere reale di acquisto nell’Unione Europea, più della media aritmetica europea degli eletti degli altri Paesi dell’Unione per incarichi equivalenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: