Assemblea P.A.T. Jesolo: risposta del difensore civico


Ci è arrivata (finalmente) la risposta del difensore civico riguardo il rifiuto del Comune di Jesolo di organizzare un’assemblea pubblica sul Piano di Assetto del Territorio, richiesta da noi cittadini raccogliendo le firme come da art. 17 e 21 del regolamento sulla partecipazione.

Innanzitutto il difensore civico ci conferma che il Sindaco o il Presidente del Consiglio hanno la competenza per indire l’assemblea, ancorchè richiesta dai cittadini.
Nella risposta ricevuta il 1 Febbraio, il Sindaco Calzavara ci fa sapere
che il rapporto con i Cittadini non è concluso, ma accompagnerà l’intero progetto di redazione del PAT, sia per scelta politica, che per previsione di legge“,
quindi è stata rifiutata la nostra richiesta perchè “le modalità attraverso le quali consentire la partecipazione popolare sono state dettagliate dalla norma speciale e di grado superiore rappresentata dalla Legge Regione Veneto n. 11/2004“, ma ci avvisa che “l’incontro diretto con i Cittadini attraverso più assemblee verrà sicuramente utilizzato da questa Amministrazione“… ossia la Legge Regionale non lo prevede e per questo rifiutano la nostra richiesta, ma ci fa sapere che loro le faranno!

Il Comune siamo noi, non sono nè i partiti nè i politici, e nel momento che decidiamo di partecipare e riprenderci questa delega, secondo noi non possono assolutamente negarla.
Bisogna capire che un Comune è un’organizzazione creata da cittadini per gestire il territorio e la macchina pubblica, dove ogni 5 anni vengono votati dei dipendenti pubblici, pagati da noi, delegati temporaneamente per decidere, comandare e svolgere un lavoro;  ma poi, grazie agli strumenti della democrazia diretta, noi cittadini possiamo controllare ed interagire con l’amministrazione in ogni momento.

La Storia ha dimostrato che è utile e necessario il controllo diretto e costante di tutta la popolazione sull’operato dei nostri dipendenti pubblici, che poi c’è il rischio di mandare al Potere gente che fa “quello che vuole” fino alle elezioni successive, cosa da evitare assolutamente.

Se nella Legge Regionale non sono previste le assemblee, allora neanche il Comune puo’ utilizzarle, ma visto che ci dicono che loro le organizzeranno e noi come cittadini abbiamo gli stessi diritti-doveri, la loro posizione perde credibilità.

Il regolamento è chiaro: 1 mese di tempo per controllare le firme, eventuale chiamata in commissione, ed entro 2 mesi è obbligatoriamente messa all’ordine del giorno delle adunanze, e questo doveva succedere il 17 Dicembre 2011, mentre la loro risposta è arrivata il 1 Febbraio 2012 dopo innumerevoli solleciti.

Purtroppo gli strumenti a disposizione del difensore civico sono limitati, infatti ci scrive che “Le legge non permette d’intervenire in maniera più incisiva, anche perché il Comune non è in incorso in omissione ma in atto eventualmente illegittimo“, quindi per aver ragione dovremmo fare un ricorso al TAR e spendere 3000 Euro, cosa che al momento non vogliamo fare nell’attesa di avere una risposta dai 2 candidati sindaco su questo problema, ai quali abbiamo inviato una mail con tutti i riferimenti, contiamo a breve di riportare le loro risposte.

Qui trovate le nostra richiesta di assemblea
Qui trovate il pdf con la risposta del comune a Febbraio
Qui trovate il pdf con la risposta del difensore civico
Qui trovate il pdf con risposta del comune in Marzo (3,94 mb)

Annunci

5 responses to this post.

  1. Posted by Marco Franzo on 15 maggio 2012 at 17:04

    Sono curioso di vedere come và a finire

    Rispondi

  2. Dillo a noi, ormai sono passati 9 mesi da quando abbiamo iniziato questo percorso, avendo alle spalle professionisti per aiutarci.
    Un cittadino comune probabilmente avrebbe già desistito di fronte a questo “muro di gomma”

    Rispondi

  3. Per quanto tempo gli interessi di pochi potranno sopraffare il bene di molti?
    Io la vedo grave per quei pochi…

    Rispondi

  4. Caro Federico, mica hai scoperto l’acqua calda….Prova ad andare alla pagina web del Comune di Jesolo e domandarti: come mai le delibere di consiglio comunale (PUBBLICHE) sono presenti (e possono essere consultate) e le delibere di GIUNTA hanno necessità du una login (password)? Perchè forse leggendo le delibere di Giunta si scoprirevbbero gli “altarini”?…Uno dice: vabbè, la violazione è Web, ull’albo pretorio (per i meno smanettoni) dovrebbero essere affisse le delibere di Giunta per la “vioone” e consultazione pubblica….Dove sono?
    “L’art.32, comma 1 della legge 18 giugno 2009, n.69 ha fissato al “1 gennaio 2010 la data in cui, gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati”. Per converso, il successivo comma 5 dello stesso art.32 sancisce che “a decorrere dal 1 gennaio 2010 … le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale”. Il transito da un regime pubblicitario mediante affissione degli atti presso un luogo fisico (l’albo pretorio) ad una pubblicazione su uno spazio virtuale (il sito
    web dell’amministrazione) costituisce espressione dell’evoluzione tecnologica delle pubbliche amministrazioni, nonché della volontà di intraprendere una diversa interazione con i cittadini.”

    Possibile che uno “straccio” di consiglierenon si sia reso conto di questo?
    Lascio a te l’onere della bataglia…

    Rispondi

    • Grazie Walter, pensa che in altri comuni tutto quello che passa per l’albo pretorio rimane online per sempre, mica solo per 15 giorni come oggi.
      Vediamo cosa rispondono i candidati riguardo questa richiesta di maggior trasparenza e partecipazione….

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...